Social

To be…. social, of course!

La conclusione del Master di primo livello in Pace Building Management con il conseguimento del diploma avvenuto lo scorso 21 ottobre, e la mia nuova iscrizione al Master di secondo livello in Peace Building Management , coincide con un ampliamento consequenziale di questo blog.

Dopo l’utilizzo dei social network quali You Tube per la galleria-video e Twitter per la rassegna stampa quotidiana non poteva che arrivare, per arricchire i “percorsi di pace” la pagina su Facebook.

Dalla homepage di “Around Peace in the World – Vogliolapace Network” è possibile accedere alla pagina ed al profilo facebook dell’autore – che sarei io 🙂 – dedicato, così come gli ultimi mesi della mia vita, ai temi della Pace, del Peacekeeping e del Peacebuilding.

Il senso di questa scelta non è per nulla scontato come potrebbe apparire in un mondo dove sempre più l’esser presenti sui social network è diventato quasi d’obbligo ed una moda: e così non è laddove la scelta di cura dei contenuti vuole prevalere sulle cosiddette mode…

“La consapevolezza che i percorsi di pace non possono che transitare attraverso una attenta comunicazione sempre più globale e pervasa dalla voglia di “scambio” tra gli abitanti dei mondi virtuali ( Internet lo è ), e dove gli abitanti di questo pianeta hanno transitato ed ai quali abbiamo dimandato l’opportunità della comunicazione a distanza”.

A volte penso a Guglielmo Marconi ed alla prima comunicazione di un segnale che, via etere, attraversò l’intero globo, e di quanto fiero sarebbe degli sviluppi della tecnologia nel campo della comunicazione…

Ed i percorsi della Pace necessitano di comunicazione: senza di essa le possibilità di costruirla questa pace vacillano e tendono a divenire evanescenti.

L’utilizzo dei canali “social” l’abbiamo visto durante quella che abbiamo chiamato “Primavera Araba” dove il ruolo della comunicazione attraverso i social network ha indossato vesti mai viste prima ponendo in maniera forte e chiara la richiesta di libertà attraverso i canali del web ed il loro utilizzo.

Chi scrive, pertanto, auspica l’inizio di uno scambio attraverso il nuovo canale della pagina facebook “Around Peace in the World“, oltre naturalmente a quelli già utilizzati fino a questo momento.

Un grazie di cuore va ad Europa2010 ed alla Pontificia Università San Bonaventura per aver creduto in questo progetto ed averne auspicato, con il riconoscimento del “Premio Luigi Iammarone 2011“, il suo naturale prosieguo.

Carmela Modica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...